Fasi operative

INTERVENTO DI PULIZIA

L’intervento consistente nell’esclusivo uso di sola acqua a pressione controllata; tale pressione verrà regolata in base alle specifiche tipologie di intervento .

L’acqua in pressione viene spinta attraverso un ugello rotante (specificatamente studiato) per ottenere il massimo risultato di pulizia sulle superfici lapidee .

L’acqua di utilizzo andrà in dispersione ambientale poiché non contiene prodotti chimici inquinanti e/o abrasivi.

Se eventualmente si riscontrassero zone particolarmente aggredite da muschi, licheni o incrostazioni, verrà utilizzato un prodotto ecologico per pulizie , da sottoporre preventivamente al giudizio della Direzione Lavori e/o dai Responsabili dell’Amministrazione Appaltante .  

 

APPROCCIO METODOLOGICO PER LA PREVENZIONE E ANALISI DEI COSTI

Ogni intervento di eco_idro_pulitura, sulle varie superfici dipende da :

  • Situazione oggettiva dell’intervento .
  • Logistica e accesso dei mezzi nelle zone interessate .
  • Necessità o meno di utilizzo di impalcature o di autogrù .
  • Compartimentazione e protezione cantiere .
  • Situazione e stato delle superfici da trattare .
  • Entità dello stato di aggressione da muschi, licheni e incrostazioni di vario tipo .
  • Consistenza e geometria della superficie .

Pertanto, visto quanto sopra esposto, sono molteplici le casistiche per l’individuazione del costo specifico di ogni intervento.

Ogni operazione sarà valutata separatamente individuando tutte le valenze di costo sopra descritte .

E’ ovvio quindi che non ci sono prezzi standard , ma ci saranno costi differenziati per ogni specifico intervento .

Per arrivare a tali valutazioni, in presenza della Committenza, saranno effettuate gratuitamente campionature nei punti più importanti

( e se l’intervento sarà gradito ) si procederà alla preventivazione specifica .

 

ILLUSTRAZIONE DELLE VARIE FASI OPERATIVE

  1. Attento esame delle superfici .
  2. Valutazione della tipologia di intervento : es. angolatura di intervento, pressione acqua, eventuali protezioni verso superfici limitrofe .
  3. Valutazione operatività : orari di lavoro, occupazioni suolo pubblico, transennamento cantiere, protezione zone circostanti, eventuali impalcature e/o utilizzo di autogrù con cestello .
  4. Intervento di pulizia .
  5. Pulizia di cantiere con rimozione di tutte le opere provvisionali .

 

ELENCO DELLE ATTREZZATURE

  1. Autocarro di piccola portata .
  2. Cisterna per il contenimento dell’acqua .
  3. Autoclave .
  4. Gruppo generatore di energia elettrica .
  5. Idropulitrice a pressione .
  6. Lance di lavaggio con vari ugelli rotanti appositamente studiati .